Alimentazione vegetariana

V come viaggio, V come veg


Vorrei provare a seguire il consiglio di Polvere di stelle e farne una rubrica. 
Su che cosa?

Sul mio viaggio verso l’alimentazione veg

Un po’ per condividere quello che ho imparato, un po’ per mettere è disposizione la mia (poca) esperienza, un po’ per raccogliere consigli e esperienze diverse dalla mia. 

Per “veg” intendo a base vegetale. 

Non mi piacciono le etichette perciò non mi definisco vegana. 

Però ci tengo alla salute mia e della mia famiglia. Ho letto diversi libri, come già scritto qui, prima di maturare la mia scelta. 

Non facile. 

Nel senso che poi, una volta letto quel che ho letto, dall’oggi al domani non sono stata in grado di cambiare alimentazione. 

Vuoi perché la nostra è sempre stata una famiglia attenta all’alimentazione per vari motivi, ma comunque onnivora. 

Vuoi perché conoscevo un po’ di teoria, ma in pratica non sapevo da che parte cominciare. 

Così ho iniziato aggiungendo. E non togliendo. Iniziando cioè a proporre nuove ricette con nuovi ingredienti. 

Non incontrando affatto pareri favorevoli agli altri lati della tavola. 

Mio marito, che quando poteva scegliere, sceglieva “bistecca”. 

Mia figlia, golosissima di formaggio. Tanto per dirne uno. 

Alla fine, dopo aver conosciuto il prof. Pinelli, per Diego abbiamo scelto di seguire uno svezzamento a base vegetale e mio marito lo ha seguito a ruota, per cercare di risolvere alcune problematiche legate alla sua salute. 

Io? Felice come una Pasqua, perché dopo un primo momento di smarrimento del tipo: e adesso che cavolo cucino??, almeno so di portare in tavola il meglio per chi amo. 

Scelgo integrale, se scelgo integrale deve essere bio, scelgo italiano, il più vicino a casa possibile. 

Mio marito domani farà i primi esami del sangue dopo il suo primo mese veg. Spero in un cambiamento notevole. Che gli sia di maggior motivazione per continuare. 

Mia figlia è quella più difficile. A scuola mangia onnivoro (menù approvati ASL da far rizzare i capelli) e io compenso con gli altri due pasti. Non voglio farla sentire diversa. Diciamo che a casa mangia bene senza saperlo. 

L’unica cosa che ho chiesto a scuola è di non darle la Nutella. A lei ho spiegato il perché. E cioè che la crema di nocciole e cacao che abbiamo a casa è mille volte più buona e che può mangiare quella. 

Sapete cosa ha fatto? Mi ha strizzato l’occhio e mi ha detto: “mamma, secondo me la Nutella ha anche l’olio di palma”. 

È facile? No. 

Voglio farlo? Assolutamente si. 

Un passo alla volta. 
E voi? Qual è la vostra esperienza? 

Annunci

20 thoughts on “V come viaggio, V come veg

  1. Ormai, ho la convinzione che tutto quello che mangiamo sia poco sano. Quando ero piccina, nel vicinato, le signore raccontavano dei carciofi saporiti e strabilianti di un contadino di un paesino … Si scoprì che venivano irrigati con le acque nere … carciofi, pipì e popò …

    Liked by 1 persona

      1. Io lo faccio per davvero.. è un sacco di tempo che desideriamo un orto. Prima non avevamo lo spazio. Ora abbiamo solo quello. ci mancano tempo, nozioni di base e conoscenza. ma una cosa alla volta ce la faremo eh..

        Liked by 1 persona

  2. MammaSerena che bello leggere questo tuo post!
    Mi auguro che le analisi di tuo marito diano il riscontro che vi aspettate… e anche se così non fosse (1 mese potrebbe essere un tempo relativamente breve) non dovete abbattervi… i risultati si raggiungono con costanza e pazienza!
    Mangiare “vegano” puo’ spiazzare in prima battuta quando si proviene da abitudini “totalmente differenti” (e a mio avviso sbagliate… io sono nato in famiglia onnivora e continuavo ad esserlo fino a 4 anni fa). Bisogna metterci in testa che mangiare “veg” non significa rinunciare ai sapori. Fin da quando nasciamo, ci viene insegnato che gli animali sono solo merce da commerciare o ingredienti da utilizzare per la realizzazione di cibi e pietanze di ogni tipo. Nulla di più sbagliato. Ad oggi possiamo permetterci di trarre i nutrimenti da migliaia di cibi senza dover “affettare” nessun essere che abbia un cuore che batte. Ignorare la consapevolezza della sofferenza è il male peggiore, servirebbe un po’ più di riflessione e una presa di coscienza da parte di tutti… non è cosa impossibile.

    Coraggio… a parer mio hai iniziato col piede giusto 😉
    I migliori InBoccaAlLupo! 😉

    Liked by 2 people

    1. Grazie Chef.. son d’accordo con te, mangiare vegetale non significa rinunciare ai sapori.
      Non sono nemmeno fra quelli che mangiano i würstel di tofu o le salsicce di seitan però eh.. non sento la mancanza dei prodotti originali perciò ne faccio volentieri a meno.
      Sai cosa? Trovo forse che in questo tipo di alimentazione manchi “la comodità” del gesto tipo: apro una scatoletta di tonno o una confezione di mozzarella e il pranzo è pronto.
      Io sono sempre a spignattare e mettere legumi in ammollo. Ci vuole anche tempo da dedicare alla cucina.
      Io non ne ho e finisce sempre che sacrifico qualcos’altro…

      Liked by 1 persona

  3. grazie per questi articoli…fanne una rubrica, li aspettiamo con gioia 🙂
    Oggi devo portare adolescente dalla pediatr perchè non sta bene …..sono già in ansia per il 3° grado che subiremo sulla carne…..ansia a 2000 sto pensando di fargli dire che abbiamo ricominciato a mangiarla…..

    Liked by 1 persona

    1. Lo farò si, proprio per merito tuo ❤️
      Mi spiace per adolescente.. io al tuo posto avrei lo stesso identico stato d’animo.. e gli farei dire che avete ricominciato a mangiarla, se lo chiedesse. Senza dubbio. Altrimenti ti direbbe che è quella la colpa del malessere 😕

      Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...