Vita da mamma

Dal paese delle coccole

Per istinto di sopravvivenza, mi sono ritirata nel paese delle coccole. 

Mentre cercavo di addormentare Diego e lui mi faceva le pernacchie sputacchiandomi sulla clavicola..

Ho sorriso. 

Mentre, appena sveglio, cercavo di lavargli la faccia e mi leccava la mano.. 

Ho sorriso. 

Mentre cercavo di lavargli le manine. Insaponavo la destra, e con la sinistra mi chiudeva il rubinetto. Insaponavo la sinistra, e con la destra mi chiudeva il rubinetto. Sciacquavo la destra, e con la sinistra mi chiudeva il rubinetto. Sciacquavo la sinistra, e con la destra mi chiudeva il rubinetto. 

Ho sorriso. 

Ed ho sentito il cuore riscaldarsi un pochino. 

A quel calore ho cercato di aggrapparmi. 

Ho stretto forte il mio bambino, cercando di cacciare via il pensiero che crescerà in un mondo che mi spaventa e mi preoccupa. Ma che spero cambi in fretta. 

L’ho stretto forte e ho raccolto i suoi sorrisi, le sue manine aggrappate dietro il mio collo, il suo “ma-ma” che mi fa sciogliere, i suoi occhi sorridenti… come pepite preziose. 

Le ho raccolte e messe dentro il cuore. 

Ad alimentare il fuoco della speranza. 

Annunci

8 risposte a "Dal paese delle coccole"

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...